Musica a Scuola? E' ora di Cambiare

06.09.2022

Per una "Pedagogia dell'invenzione musicale". 

-Presentazione Libro-

Nella giornata di ieri ho avuto il piacere di condividere un incontro di presentazione del libro

 'Il suono, l'istante e l'avventura'

L'improvvisazione nella didattica di base, con riflessioni teoriche e scenari operativi, di Enrico Strobino (Studioso e ricercatore di Pedagogia, Didattica e Animazione musicale, Docente di Educazione musicale, Formatore)

-Articolo Blog curato da Simone Rizzardi (musicoterapista)-

Enrico ha contribuito nella mia fase iniziale professionale di studi presso il CSMDB a mantenere uno SGUARDO MUSICALE aperto, originale, risonante ed empatico verso l'educazione e la didattica. (parallelamente ai successivi percorsi formativi riabilitativi\terapeutici.)

I temi trattati sin dalle prime battute dell'incontro giravano attorno all'IMPROVVISAZIONE inserita nel contesto pedagogico come atto del "pensiero che fa con ciò che conosce", accogliendo l'invenzione del momento con l'emozione del qui ed ora.

La strada dell'improvvisazione in Strobino percorre i sentieri della composizione per dare forma e vita ai processi creativi degli allievi.

Ma...non c'è Improvvisazione senza Esplorazione. Ed Esplorare in musica significa scoprire e ricercare i mondi sonori fuori e dentro di noi.

Un altro termine su cui l'autore ha messo il focus è stato Estemporizzare: inteso come la personalizzazione in tempo reale di un modello già esistente, variandolo, rimodellandolo.

Usare un oggetto e farlo diventare qualcosa d'altro. Una dimensione creativa che può fare da 'ponte' tra quello che di musicale si conosce e quello che si riesce a trasformare dall'esperienza.

(sotto un esempio di laboratorio musicale) tratto dal canale youtube di musicherie.net



Paolo Damiani violoncellista e contrabbassista jazz italiano intervenuto a sostegno dell'autore, riporta il suo punto di vista da Musicista consigliando il testo come un riferimento per fare musica nelle scuole, di tutti i gradi. 

Riprende un tratto del libro evidenziando la differenza tra composizione e improvvisazione:

'Nella Composizione hai tutto il tempo che vuoi, per dire qualcosa di musicale in 15 secondi, 

nell'improvvisazione invece hai 15 secondi per dire quello che vuoi.'

Per Damiani la didattica, l'educazione musicale e la creazione sono il prodotto del cips cips che si trova in Paolo Conte:

C.I.P.S.: Conoscenza - Intuizione - Pensiero - Scienza

Blog di MusicoterapiaViva.it

Simone Rizzardi - Musicoterapista

Il prezioso intervento dell'editore dei Progetti Sonori consegna nelle mani degli insegnati una futura sfida per una evolutiva visione del fare musica in classe che grazie ai lavori di questi anni ha avviato una condivisione di intenti verso una pedagogia dell'invenzione musicale.

Nella fase finale dell'incontro l'autore stimolato dall'abile Maurizio Vitali Vice presidente del centro studi Associazione Maurizio Di Benedetto, supportato dal curatore di Musicheria.net Mario Piatti 

sottolinea l'importanza di una dimensione educativa fatta per competenze, codici generali, pratiche sociali, che sono la traduzione del messaggio proposta del grande Gino Stefani a supporto di un fare musica con senso, passando dall'esperienza alla teoria.

Stefani Sviluppa questo principio in cui l'oggetto della ricerca semiotica non è la musica ma l'esperienza musicale: "Dall'esperienza alla teoria [1998].

"La ricerca inizia dall'osservazione degli indizi dell'Esperienza forniti da chi la fa: 

i modi sociali di uso della Musica (canto, ballo, teatro, cinema, ecc.), e i discorsi - le 'risposte verbali' - che manifestano il vissuto con la musica. 

Una analisi funzionale di questi vissuti in relazione all'oggetto musicale e al soggetto porta a ipotesi esplicative convalidate poi in teorie."

Musica e Scuola parliamone?

scegli come possiamo collaborare

Nelle pagine iniziali del libro (qui potete scarica un estratto e consultare l'indice): 

troviamo la citazione di Paolo Perticari insegnante di Pedagogia generale e Filosofia della formazione all'Università degli Studi di Bergamo :

Un'educazione e una didattica [...] non dovrebbe fare altro che muoversi nella connessione [...] tra meraviglia e sicurezza, affinché la meraviglia si tramuti in sicurezza e la sicurezza possa lasciare spazio alla meraviglia. 

Ed è questo che MusicoterapiaViva persegue come Mission.

VISITA IL SITO PER SCOPRIRE COME E' POSSIBILE AVVICINARSI AL MONDO DEL BENESSERE MUSICALE DA APPLICARE AL TUO CONTESTO Professionale

Dal sito di PROGETTI SONORI è possibile trovare così introdotto il lavoro di Enrico Strobino:

Con questa pubblicazione, in collaborazione con il Centro Studi Maurizio Di Benedetto, inauguriamo una nuova collana editoriale intitolata "Pedagogia dell'invenzione musicale".

  L'intento è quello di promuovere l'invenzione come forma di esperienza e di pensiero, come modalità di relazione nei processi educativi, come strategia metodologica e didattica, come luogo d'incontro tra scuola e territorio, nella costruzione condivisa dei saperi e delle competenze, convinti che inventare serva oggi a bambine e bambini per crescere meglio, ma anche alle società per scegliere il proprio futuro.


Il suono, l'istante e l'avventura riguarda l'improvvisazione nella didattica di base, con riflessioni teoriche e scenari operativi che assumono come sfondo paradigmatico la Teoria delle musiche audiotattili proposta da Vincenzo Caporaletti. (musicologo italiano noto per aver ideato la teoria della formattazione dell'audiotattile)

L'assunto di partenza è che le prassi improvvisative possano ravvivare l'educazione musicale, arricchendola di potenzialità ancora oggi non sufficientemente considerate.

Focus principale non è tanto la musica come oggetto, quanto i soggetti che ne sono coinvolti, che la abitano a partire da esplorazioni, incontri artigianali con la materia sonora, ricercando strade legate all'invenzione individuale e collettiva basata principalmente sul corpo, sull'ascolto, sulla relazione.

Improvvisare significa scegliere deliberatamente di vivere esteticamente piccole avventure, facendo incontrare un'abitudine - ovvero qualcosa che sappiamo fare - con le dimensioni dell'eventualità, dell'accidentalità.

L'opera non è il fine principale, quanto il modo di fare, che si inventa nel tempo dell'azione stessa, nel momento presente.
Essere capaci di cogliere occasioni, di aprire la finestra ad eventi inattesi e di trarne spunto per la propria azione creativa è competenza che non attiene soltanto alla dimensione artistica ma a quella identitaria di ogni persona.

Fonte: https://www.progettisonori.it/prodotto/il-suono-listante-e-lavventura/

L'Intera registrazione dell'incontro puoi trovarla nella Pagina YOU TUBE di Progetti Sonori

✪  Se vogliamo insegnare a pensare dobbiamo prima insegnare ad inventare.

Gianni Rodari, da Grammatica della fantasia

Il corso (in Regalo) Introduttivo alla Musicoterapia

offerto da MusicoterapiaViva.it

Simone Rizzardi

Founder Musicoterapiaviva.it

Musicoterapista, Operatore e Consulente nel Benessere del suono.

Esperto di applicazioni della musica in contesti Clinici e di Crescita personale. Musicista

e appassionato della Valorizzazione dei Talenti delle persone - Scopri chi è Simone 


Ti è piaciuto Questo Articolo? 

Vieni a scoprire altri Articoli inerenti al mondo del Benessere della Musica